web analytics

L’Impressione – CHI LE SCENDE NON LE SALE

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 9 del 6/3/1994

CHI LE SCENDE NON LE SALE

im199409r.jpg

Novità positive per i pedoni folignati: non si sosta più sopra il marciapiede di via Cesare Battisti, tra Porta San Felicianetto e Porta Romana, e le apposite protezioni collocate per tutta la sua lunghezza consentiranno finalmente di non camminare più in mezzo alla via. In via Aurelio Saffi niente protezioni ma strisce dipinte sull’asfalto a delimitare la zona minima di transito per i pedoni, normalmente intralciati dalle auto in sosta addossate al muro; sono solo strisce ma è pur sempre qualcosa che potrebbe essere l’inizio di altro ancora. Lungo Via Chiavellati, palazzi nuovi, viabilità nuova e marciapiedi nuovi, con tanto di rampe saliscendi nei punti di attraversamento, a beneficio di disabili in carrozzina e mamme col passeggino. Le rampe, diversamente da altre città, non sono transennate e contraddistinte col simbolo della carrozzina, ma passi. Passi un po’ di meno, invece, che non sempre ad una rampa da un lato della via corrisponda l’altra rampa dall’altro lato, come in questo caso all’incrocio con Via Benedetto Cairoli. Scendere (o salire) è possibile, fare il viceversa, dopo aver attraversato, no. D’altronde il mondo è fatto a scale, c’è chi le scende e chi le sale: concedere di poter fare sempre tutte e due le cose forse sembrava eccessivo.

Archivi
Categorie
Tags