web analytics

L’Impressione – FIOR DI IMMONDIZIA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 32 del 15/9/1996

FIOR DI IMMONDIZIA

im199632r.jpg

Acqua Santo Stefano, Afrile, Cariè, Cifo, Cupigliolo, Franca, Fondi, Liè, Morro, Ravignano: in queste frazioni del comune di Foligno (ma la lista è provvisoria) il prelievo dei rifiuti solidi urbani non viene effettuato e non esistono cassonetti per depositare l’immondizia. L’Azienda Servizi Municipalizzati (ASM), chiude i bilanci in attivo ma gli abitanti di queste frazioni sono costretti a tenere i rifiuti in casa per giorni e giorni, a percorrere chilometri o ad affidarli a parenti e conoscenti per depositarli nel cassonetto del più vicino paese servito. Il Comune di Foligno assoggetta quegli stessi abitanti al pagamento della tassa sullo smaltimento dei rifiuti ma, a fronte di numerosi reclami ricevuti per l’inesistenza del servizio, non vede, non sente e non parla; nel centro storico e nelle frazioni servite, consente invece che i cassonetti vengano disposti frequentemente in posizioni infelici o di intralcio. A Piazza del Suffragio vige il divieto di sosta con rimozione forzata ma, nonostante l’immediata vicinanza dell’Oratorio della Nunziatella, vi consente la presenza di ben tre cassonetti e, forse anche per addolcirne l’olezzo e ingentilirne la presenza, vi ha collocato a fianco alcune fioriere: veramente un tocco di grazia!

Archivi
Categorie
Presenze