web analytics

L’Impressione – BRAVATE IN MOSTRA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 23 del 18/6/2000

BRAVATE IN MOSTRA

im200023r.jpg

Nella corte di Palazzo Trinci c’è una lapide apposta nel 1942 per celebrare “i concittadini che il nome della nativa Foligno hanno reso illustre nei secoli”, a partire dalla “Beata Angela da Foligno, mistica (1248-1309)” in un elenco cronologico che si conclude con “Michele Faloci Pulignani, storiografo (1856-1940)”. Se pure la città intendesse vantare altri folignati che, vissuti in tempi successivi, risultassero anch’essi degni di essere menzionati, difficilmente sarebbero quelli che i vandali di turno hanno pensato di aggiungere a mano, deturpando il monumento e dissacrando la memoria degli illustri concittadini autentici. Quel che è più singolare, però, è che tale opera di vandali continui a fare bella mostra, all’interno del ritrovato gioiello storico ed artistico della Città, senza che nessuno si premuri di porvi rimedio o peggio che se ne curi. E’ pur vero che la stessa corte di Palazzo Trinci ha ospitato di recente “Humourfest”, con tutta la sua carica di dissacrante ironia, e chi l’ha visitata ha potuto ammirare anche questa indegna bravata insieme alle altre opere esposte. Alla fine, però, le vignette passano e la bravata resta.

Archivi
Categorie
Presenze