web analytics

L’Impressione – DISTANZE ROMANE

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 42 del 24/11/2002

DISTANZE ROMANE

im200242r.jpg

Si dice che tutte le strade portino a Roma. Questo dovrebbe essere più che mai vero per le strade “consolari”. La Flaminia (che statale non è più, perché declassata a provinciale) fa eccezione: stando alla segnaletica adottata da qualche tempo a questa parte, non va più alla Capitale ma è solo un tratto (fino a Terni) del tragitto che conduce al casello di Orte dell’Autostrada A1 “Milano – Napoli”, indicata come la vera strada che giunge a Roma, censurando il fatto che vi si può comunque arrivare anche per la viabilità ordinaria, sia pure con una mezz’ora in più di percorrenza ed a prezzo di qualche deviazione tra una statale e un’altra, senza però pagare un pedaggio. Anche le distanze diventano dunque un mistero, perché di fatto vengono indicate solo fino ad Orte. Prima di Foligno, tuttavia, resiste qualche residuo di vecchia segnaletica, che però non aiuta più di tanto. Allo svincolo di Ponte Centesimo, ad esempio, la distanza da Roma è di 160 chilometri per chi proviene dal paese, ma scende a 152 chilometri per chi compie invece l’inversione di marcia. Nel raggio di un paio di metri tra un segnale e l’altro, otto chilometri di differenza. Statale o provinciale che sia la strada, le assurdità della segnaletica restano quelle di sempre.

Archivi
Categorie
Tags