web analytics

L’Impressione – DISCARICA ECOLOGICA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 41 del 16/11/2003

DISCARICA ECOLOGICA

im200341r.jpg

Chi porta i rifiuti differenziati alla “stazione ecologica” invece che nel contenitore più o meno vicino casa può risparmiare fino venti per cento della tassa ma mediamente spende ancor di più per trasportarceli usando la propria automobile; a conti fatti, dunque, ci rimette. Non solo. I rifiuti ingombranti vengono già prelevati a domicilio gratuitamente e su semplice richiesta telefonica: non si capisce perché ci si debba scomodare per portarli alla stazione ecologica. In altre città, per depositare materiali in discarica (o per il prelievo a domicilio) si paga; a Foligno non solo non si paga ma, a produrre molti rifiuti, e portandoli alla stazione ecologica, si può anche risparmiare, laddove la legge vorrebbe invece che cittadino pagasse lo smaltimento a tariffa secondo la quantità di rifiuti prodotti. Che senso ha veramente la stazione ecologica? E’ almeno un antidoto alle discariche? Nemmeno per sogno, perché ad essere usata come discarica è proprio l’area antistante la stazione ecologica stessa, dove la gente che porta i rifiuti ingombranti in giorni o in orario di chiusura, li abbandona all’esterno, scaricandoli alla rinfusa. Discarica sì, ma “ecologica”: una bella differenza.

Archivi
Categorie
Presenze