web analytics

L’Impressione – UN LUNGO CAMPEGGIO

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 2 del 18/1/2004

UN LUNGO CAMPEGGIO

im200402r.jpg

Polemica di fine anno tra il Presidente della Giunta Regionale dell’Umbria, Maria Rita Lorenzetti, ed il responsabile della Protezione Civile, Guido Bertolaso. Quest’ultimo, tra i terremotati di San Giuliano di Puglia, ha elogiato la situazione del Molise, dove la gente potuto “passare un Natale piuttosto confortevole nelle casette di legno”, “a differenza di chi ancora oggi in Umbria vive nei container post-terremoto”. Si tratta solo di casi sociali e di libera scelta, ha replicato Maria Rita Lorenzetti, indignata peraltro del fatto che in Umbria siano definite con disprezzo “prefabbricati” quelle stesse casette di legno che invece in Molise sono chiamate “chalet”. Non ci pare un problema fondamentale. Chalet o prefabbricati che siano, la gente preferirebbe tornare nelle proprie case, sia dove i lavori di ricostruzione non sono mai iniziati, sia dove sono ultimati ma le case ancora inagibili per assenza di allacci di acqua, luce e gas, come a Pisenti. A Croce di Verchiano, già dal 1994, doveva sorgere un campeggio (Vionica nello sfondo); le prime tende a farvi apparizione, tuttavia, non sono state quelle dei turisti ma quelle azzurre della prima emergenza post sisma del 1997. A distanza dei sei anni la gente vive ancora sfollata. Container, prefabbricati o chalet che siano, il campeggio continua.

Archivi
Categorie
Presenze