web analytics

L’Impressione – ZERO IN CONDOTTE

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 24 del 27/6/2004

ZERO IN CONDOTTE

im200424r.jpg

Per anni, in assenza di una denominazione ufficiale, il sottopasso ferroviario che collega Via dei Preti con Via Cesare Battisti è stato indicato con lo stesso nome dell’impresa che ha effettuato i lavori, come suggerito da un gigantesco tabellone che, con effetto pubblicitario, vi fu lasciato (e lasciato stare) a lungo esposto ben oltre la chiusura del cantiere, tanto da diventare un’indicazione di fatto. Poi, finalmente, il Comune di Foligno decide di sanare la lacuna, intitolando il sottopasso al Presidente del Cile, Salvator Allende Gossens, assassinato nei giorni del colpo di stato dell’11 settembre 1973 che portò ad una dura, lunga e sanguinosa dittatura militare. La cerimonia si svolge l’11 settembre 2003, nel trentesimo anniversario del golpe, che però è anche il secondo anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle di New York, con inevitabili strascichi polemici. Passati pochi mesi, il Comune di Foligno ignora, dimentica o sconfessa la sua stessa decisione e, sia con comunicati stampa che con segnaletica posta in loco, informa e segnala (per lavori) la chiusura del “Sottopasso Condotte” (o “Sottopasso delle Condotte”), che così non è mai stato ufficialmente intitolato, che così non doveva più essere chiamato ma che tale continua ad essere indicato, a vantaggio di fatto di un soggetto economico privato quale l’impresa medesima. Potenza della pubblicità o fascino del cemento armato?

Archivi
Categorie
Presenze