web analytics

L’Impressione – IN SELLA LIBERA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 37 del 24/10/2004

IN SELLA LIBERA

im200437r.jpg

A Foligno si va “a ruota libera”, questo almeno è lo slogan adottato per l’iniziativa di noleggio automatizzato di biciclette. Mai slogan fu più appropriato. Nel centro cittadino, infatti, salvo rare eccezioni, la viabilità è concepita esclusivamente per i mezzi a motore. Se i ciclisti dovessero rispettare i sensi unici vigenti, per andare da Piazza della Repubblica a Porta Firenze dovrebbero percorrere un paio di chilometri (“autostrada” di Viale IV Novembre compresa) invece dei soliti trecento metri di Via XX Settembre. Circolazione vietata, sempre a termini di segnaletica, nella “zona a traffico limitato” ed in molti vicoli, consentita ai “mezzi autorizzati”, intesi come singoli casi, ma non in generale ai velocipedi. La trasgressione è dunque una necessità imposta, circolare contro senso è una regola istituzionalmente tollerata, con tutti i rischi che ne scaturiscono, laddove la Corte di Cassazione, recentemente, si è pronunciata sul fatto che le sanzioni applicate in questi casi siano dovute e legittime. Nessuna indicazione avvisa gli utenti delle biciclette a noleggio, teoricamente anche forestieri inconsapevoli, dei pericoli che si incontrano in città circolando su due ruote (anche di rimetterci la pelle) né a corredo delle stesse è fornito, nemmeno su richiesta, uno specifico casco protettivo o altro accessorio di sicurezza per chi ne ritenesse necessario l’uso. Le ruote sono prive di opportuni catarifrangenti per la visibilità laterale in ore notturne. Qualche bicicletta, poi, viene fornita anche priva di sella, facilmente sfilabile perché regolabile in altezza. Qualcuno ha già capito dove trovare i pezzi di ricambio per la propria bici privata. Se venite in città intenzionati a spostarvi pedalando “a ruota libera”, nel dubbio, portatevi almeno un cuscino!

Archivi
Categorie
Tags