web analytics

L’Impressione – SEI RIDICOLO

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 33 del 16/9/2007

SEI RIDICOLO

im200733r.jpg

Le Ferrovie dello Stato sono una delle poche aziende che può permettersi il lusso di vendere servizi diversi da quelli dichiarati senza pagare nessuna conseguenza. Se in un supermercato c’è qualche alimento scaduto, arrivano i NAS. Chi acquista un capo contraffatto per strada rischia per legge pesanti sanzioni. Trenitalia vende ai viaggiatori dell’Umbria servizi eurostar solo di nome, quelli di più alta fascia e di alto prezzo, nella più totale impunità. Treni che si guastano regolarmente, bagni fatiscenti, carrozze e sedili sporchi, personale reticente ed arrogante, ritardi sistematici. Il treno ES* 9337 da Ravenna per Roma continua a viaggiare con una media intorno ai 15 minuti di ritardo, con punte di circa un’ora, tardando e facendo tardare altri treni sulla linea a binario singolo, senza che nessuno muova un dito. Il livello di trascuratezza traspare anche dai particolari. Venerdì sera sono sceso da un treno che sul vetro della porta della carrozza 6 portava l’indicazione del numero della vettura rimediato utilizzando quello della carrozza 9 appiccicato al rovescio. Quando, oltre al rispetto del cliente, manca persino il senso del ridicolo, è duro pensare che qualcosa possa mai migliorare.

Archivi
Categorie
Presenze