web analytics

L’Impressione – VIETATO AI MAGGIORI

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 33 del 11/10/2009

VIETATO AI MAGGIORI

im200933r.jpg

Il cartello esposto all’ingresso in Via Deli risulta indifferente ai più, perché il linguaggio bu-rocratico è capace di dire senza spiegare. Sembra ovvio che nella “Biblioteca Ragazzi” della Biblioteca Comunale, come scritto, l’ingresso sia consentito ai bambini da 0 a 14 anni ed ai loro (eventuali) accompagnatori. Eppure ovvio non è affatto, perché, se tutto ciò che non è consentito è da intendersi come vietato, logica conseguenza è che se non si è bambini da 0 a 14 anni e non si è relativi accompagnatori, in questa biblioteca non si può entrare. In parole povere, la biblioteca dei ragazzi è vietata ad utenti adulti. Temuti come potenziali molestatori? Sarebbe un sospetto a priori. Discriminati in base all’età? Sarebbe illegittimo. E allora perché se un adulto volesse venire in questa che è una pubblica biblioteca a rileggersi le favole della sua infanzia non potrebbe farlo? L’unica spiegazione è che sia un provvedimento educativo, a fin di bene. Altro che matrigne, fate, streghe, nani, orchi, principi azzurri e lupi cattivi, altro che favole! Un adulto deve avere la testa sulle spalle; al più, incollata al televisore, ai quiz, alle fiction, alle sit-com, ai reality show. Esistono spettacoli che, per il loro contenuto scabroso, sono vietati ai minori. A Foligno, invece, con il suo contenuto di fantasia, abbiamo un pubblico ufficio comunale vietato… ai maggiori. Speriamo che sia solo questo.

Archivi
Categorie
Presenze