web analytics

L’Impressione – DEVIANTE NORD

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. XX del 9.10.2011

DEVIANTE NORD

im201135r.jpg

E’ stato aperto alla circolazione l’intero asse viario della cosiddetta “variante nord” che ora, con un cavalcavia ferroviario, un ponte sul Topino e quattro rotatorie, collega rapidamente ed agevolmente le zone di San Paolo, Sportella Marini e San Giovanni Profiamma. A breve seguiranno i collegamenti di raccordo locale, ciclabili e pedonali; mancano invece quelli con la viabilità nazionale, SS 3 e SS 75, che però, a detta dell’assessore, dovrebbero vedere l’inizio dei lavori già a fine anno. Non manca tuttavia chi contesta quest’opera che, oltre alla qualità dei collegamenti, consentirà la chiusura di due passaggi a livello ferroviari, quello di viale Ancona e quello di via Serena. Per quest’ultimo, la mancata realizzazione di un sottopasso per vincoli archeologici ha scatenato le ire di un comitato di cittadini che a parole invocano la tutela di ciclisti e pedoni ma in sostanza pretendono il sottopasso carrabile per le automobili, laddove poco lontano c’è il nuovo cavalcavia. A Viale Ancona diviso in due si aggiunge la chiusura della “Corta di Colle” per i lavori della nuova SS 77, ulteriore novità nella circolazione, con segnaletica di cantiere in abbondanza. Come di prammatica, non manca la confusione. Alla rotatoria di San Paolo, tra la selva di frecce gialle in aggiunta a quelle blu, una in particolare indica Foligno ma in direzione opposta, come testimonia poco lontano la tabella di fine località. Chi sa la ignora; chi non sa rischia di ritrovarsi quanto meno a Vescia. Oltre alla “variante nord”, qualcuno si è divertito ad inventarsi la “deviante nord”.

Archivi
Categorie
Tags