web analytics

L’Impressione – POLVERI ALLO STUDIO

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 5 del 7.2.2016

POLVERI ALLO STUDIO

im201605r

A Foligno vanno e vengono le misure anti inquinamento causa superamento dei livelli ammissibili di PM10. Dal sito del Comune di Torino, come pure da uno studio ACI, si apprende che le emissioni più rilevanti di PM10 sono imputabili alle auto diesel, mentre per le auto a benzina l’emissione di PM10 è trascurabile, escluso Euro 0, che non può circolare, simile al diesel Euro 4, che invece è esente da limitazioni. Qui se ne infischiano e limitano la circolazione indistintamente tra diesel e benzina fino ad Euro 3, non lo dico per difendere la benzina ma a riprova di come i provvedimenti non siano mirati ma generici. Il fatto che le limitazioni abbiano una pausa alle ore 12:30, in tempo utile per l’uscita dalle scuole, dimostra come si voglia salvare la capra e i cavoli; gli effetti per il traffico e la qualità dell’aria sono conseguenti, anche per lo sciame di ciclomotori, nelle zone a più alta concentrazione di studenti, come in Via Guglielmo Marconi, dove la colonna ininterrotta di autoveicoli è una scena tipica. La foto che preferisco non è di questi giorni ma la situazione è immutata. Si può far credere, paradossalmente, che le polveri sottili siano “allo studio”, perché ad esserne vittime, in questo caso, sono gli studenti, che quando escono da scuola farebbero bene ad indossare adeguate mascherine di protezione, sia dalle emissioni pericolose a ruota libera, sia da certi burocrati col paraocchi.

Archivi
Categorie
Tags