web analytics

L’Impressione – SOTTO PASSO

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 3 del 22.1.2017

SOTTO PASSO

im201703

Inaugurata in pompa magna a luglio la SS 77 VAR a quattro corsie, la Quadrilatero e compagnia bella si cullano sugli allori e se le prendono comoda sul completamento dei lavori della SS 3 nel tratto da Foligno a Pontecentesimo, di cui, né dal sito della stessa né da quello ANAS, emergono notizie sullo stato di avanzamento. La persistenza di incroci a raso e relativi pericoli per la sicurezza stradale possono attendere. Le istituzioni locali interessante non sembrano interessate, l’unico tema sul tappeto continua a essere il mitologico vincolo di Scopoli per il quale continuano a manifestare i quattro gatti locali assumendo le difese di una Valnerina assente ed incurante perché già collegata da quasi un ventennio alla Valle Umbra tramite la galleria Forca di Cerro. Tornando ai cantieri relativi alla SS 3 Flaminia, da metà dicembre la SP 449 è stata chiusa alla circolazione in prossimità del passaggio a livello di Pontecentesimo per lavori che, all’atto pratico, consistono nella parziale demolizione di un sottopasso scatolare in cemento armato già infilato sotto la linea ferroviaria e che, fin da subito, è apparso di lunghezza esagerata. In questo contesto, oltre ai veicoli, è stato impedito il passaggio anche ai pedoni, senza alternative, un vizio che nel folignate si perpetua, vedi l’epoca della Variante Nord, quando furono cacciati da Via Campagnola. Ovviamente i pedoni, e i ciclisti appiedati equivalenti, non sono disposti a fare il giro lungo da San Giovanni Profiamma e, in un modo o nell’altro, si arrangiano passando lo stesso, attraversando il tratto chiuso, dove di scavi dichiarati non c’è nemmeno l’ombra. L’ultima soluzione rilevata è quella di alzare lo sbarramento da terra, non potendolo più aprire perché incatenato, per passarci sotto. Pedoni e ciclisti, i soliti dimenticati. Prima o poi bisognerà inventarli.

Archivi
Categorie
Tags