web analytics

L’Impressione – DENARO MORTO

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 31 del 11.9.2011

DENARO MORTO

im201131r.jpg

“Le E.491 e le E.492 sono state le 2 versioni, merci e viaggiatori, del primo gruppo di locomotori elettrici a corrente alternata monofase a 25 kV costruito in Italia per le Ferrovie dello Stato. Vennero realizzati negli anni ottanta per l’utilizzo sulle linee della Sardegna programmate per l’elettrificazione a corrente alternata. A causa dell’annullamento postumo del progetto nessun mezzo dei due gruppi è mai stato entrato in servizio attivo. (…) Le locomotive restarono inattive, accantonate senza avere svolto servizio; in seguito vennero riportate sul continente e spostate, rimorchiate, di deposito in deposito, a Foligno, a Napoli, a Rimini. (…) Nel Maggio 2011 si ha notizia della vendita alla società di demolizioni Billfinger Berger di Bari. (…) Non è ancora chiaro se le unità presenti a Foligno verranno rimesse in esercizio, utilizzando i pezzi cannibalizzati alle sorelle, o se verranno anch’esse demolite, a Foligno o a Bari”. Fonte: Wikipedia. Chi vuole, da dietro la recinzione, può ammirare gli esemplari supersiti in via dei Preti. Non sono, come si potrebbe credere, i soliti locomotori in riparazione alle grandi officine: sono soldi e lavoro buttati, locomotori “nuovi” da rottamazione che per giunta vengono mantenuti in mostra a chi passa. Foligno, “città ferroviaria” con annesso museo dello spreco, denaro morto sul binario morto; visione gratuita, aperto tutto l’anno.

Archivi
Categorie
Presenze