Press "Enter" to skip to content

I PESCI D’ITALIA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 36 del 17/10/2004

I PESCI D’ITALIA

I PESCI D’ITALIA

Non bastava il “Festival dei Due Mondi”, in polemica ormai permanente con la Città di Spoleto (accusata perfino di non avere ristoranti di rango), a minacciare il trasloco. Ora anche gli organizzatori de “I Primi d’Italia”, a Foligno, appena conclusa con un successo strepitoso la sesta edizione, insinuano apertamente la possibilità, se la Città non dovesse dimostrare l’impegno richiesto, di andare a svolgere altrove la manifestazione. Se così fosse, invece di chiudere bottega, meglio sarebbe cominciare a pensare ad un’alternativa. Il menù è vario. Restano secondi, contorni, vino, formaggio, frutta, dolce e caffè. Il folklore locale offre già diverse ipotesi di lavoro. La “festa della rocciata” di San Giovanni Profiamma, che attira già migliaia di persone, oppure la “magnata de pesce” che da anni si svolge con successo a Budino. Questa scelta potrebbe essere la più adatta. Ai piatti serviti cucinando pesce, crostacei e molluschi di mare e di lago, si potrebbe aggiungere il pesce di fiume del Topino, come dimostrano questi intraprendenti ragazzini, che riescono a riempire il cestino perfino affacciandosi con le loro canne da pesca sul Canale dei Molini, in pieno centro cittadino. Il festival potrebbe così intitolarsi “I pesci d’Italia”. Nel frattempo, accontentiamoci di essere presi… a pesci in faccia!

I contenuti di questo sito
possono essere utilizzati per scopi non commerciali previa comunicazione
e per scopi commerciali solo previo consenso
citando l'autore e rispettando l'integrità delle immagini.