Press "Enter" to skip to content

UN POSTO ALL’OMBRA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 31 del 3/9/2006

UN POSTO ALL’OMBRA

UN POSTO ALL’OMBRA

Passata la bufera del cosiddetto decreto Bersani sulle liberalizzazioni, che ha messo in stato di agitazione per due settimane migliaia di tassisti italiani, tutti si dichiarano soddisfatti dell’accordo raggiunto sull’emendamento al decreto, ma da più parti si insinua che a cedere sia stato il Governo. Per il Codacons si tratta di “un atto gravissimo” mentre per l’ADUC “le licenze continueranno ad essere vendute al mercato nero a prezzi minimi di 200 mila euro”. Staremo a vedere se prendere un taxi davvero sarà più facile e se davvero ci sarà più concorrenza e prezzi inferiori. A Foligno prendere un taxi è al tempo stesso un lusso ed una necessità, considerato che il servizio di trasporto pubblico, specie quello extraurbano, è un’autentica finzione. Nessuno ha mai preso in considerazione ipotesi di un servizio alternativo, come quello del taxi collettivo, in supplenza di servizi di linea scadenti o inesistenti. I tassisti stazionano per ore alla Stazione FS o a Largo Carducci in attesa di chiamata. Poiché però a Largo Carducci, sotto al Palazzo delle Canoniche, il posto loro assegnato è infuocato dal sole battente, i tassisti si spostano al fresco in Piazza della Repubblica, vicino al bar. Una volta c’era chi cercava “un posto al sole”. Ora, chi il suo posto al sole è riuscito a mantenerlo, cerca invece un posto all’ombra.

I contenuti di questo sito
possono essere utilizzati per scopi non commerciali previa comunicazione
e per scopi commerciali solo previo consenso
citando l'autore e rispettando l'integrità delle immagini.