Press "Enter" to skip to content

SULLA CATTIVA STRADA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 42 del 29.11.2015

SULLA CATTIVA STRADA

SULLA CATTIVA STRADA

A seguito di una “segnalazione per ammaloramento del manto stradale” della SP 361 Septempedana da parte della Polizia Stradale di Macerata, distaccamento di Camerino, in cui si chiede di adottare le opportune misure per la incolumità di determinate categorie di veicoli ritenute più vulnerabili, la Provincia di Perugia ha deciso pilatescamente e drasticamente di istituire il divieto di circolazione per velocipedi e motocicli, dimenticando peraltro i ciclomotori, perché dichiaratamente ed erroneamente ritenuti motocicli anch’essi. Il provvedimento ha suscitato vivaci reazioni, anche perché colpisce e colpevolizza i veicoli della mobilità dolce, le biciclette, favorendo le automobili, anziché disporre una urgente messa in sicurezza della strada. La situazione critica delle strade umbre, però, si estende ben oltre. La SS 319 Sellanese, in stato pietoso fino a poche settimane fa, è passata ad uno stato penoso, in quanto i recenti interventi di asfaltatura si sono limitati ai tratti più dissestati, trascurando altri in cui l’ultimo manto di asfalto è ancora un lontano ricordo e le toppe si sovrappongono alle toppe in un fondo stradale a chiazze. La domanda sorge spontanea: perché sono dovuti venire da Camerino per relazionare sullo stato di una strada umbra? Nessun altro si accorge delle condizioni delle nostre strade? Visto il precedente, sarebbe il caso di invitare la polizia marchigiana a sconfinare più spesso e più a fondo. La benzina glie la paghiamo noi.

I contenuti di questo sito
possono essere utilizzati per scopi non commerciali previa comunicazione
e per scopi commerciali solo previo consenso
citando l'autore e rispettando l'integrità delle immagini.