Press "Enter" to skip to content

VUOTO NO TURNO

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 43 del 13.12.2020

VUOTO NO TURNO

VUOTO NO TURNO

Causa “coprifuoco”, alla Chiesa di San Paolo Apostolo sono stati “sospesi” fino al 3 dicembre “i turni notturni” della “Adorazione Perpetua”, divenuta così meno “perpetua”; fino al 6 gennaio l’orario confermato diventa “provvisorio”, sorvolando sulla già dichiarata sospensione. La catechesi avviene già in rete e, per manifesta volontà della UE, ugualmente in rete dovrebbe svolgersi, ovunque, anche la Messa di Natale. A dispetto della Costituzione e forse pure del Concordato, la libertà di culto è ormai condizionata dalla politica. La CEI tratta. Quando Karol Wojtyla era arcivescovo di Cracovia, celebrò per diversi anni la messa di mezzanotte di Natale a Nowa Huta, all’aperto, finché non vi ottenne la costruzione di una chiesa, sfidando apertamente il regime comunista polacco che la voleva una città senza Dio. La “virtù cardinale” della Fortezza, dice il Catechismo, “rende capaci di vincere la paura, perfino della morte, e di affrontare la prova e le persecuzioni; dà il coraggio di giungere fino alla rinuncia e al sacrificio della propria vita per difendere una giusta causa”. Una virtù che, per difendere il proprio credo, non fece difetto al futuro Papa e Santo, Giovanni Paolo II, e a quanti si affidavano a lui. Oggi prevalgono altri valori, mentre incombe un trinomio che fu già in auge: credere (nella “Scienza”), obbedire (al Governo), combattere (il Virus). Tutto il resto è “negazionismo”.

I contenuti di questo sito
possono essere utilizzati per scopi non commerciali previa comunicazione
e per scopi commerciali solo previo consenso
citando l'autore e rispettando l'integrità delle immagini.