web analytics

Sergio Fortini

L’invidia di Circe – Foligno

13.6.2019, Foligno, Oratorio del Crocefisso. Giostra della Quintana, Segni Barocchi Festival. “L’invidia di Circe”, spettacolo ispirato al “Ballet Comique de la Reine” di Balthasar de Beaujoyeulx (Parigi, 1581). Il Balletto di Foligno; coreografie di Veronica Taccucci; ideazione e direzione musicale di Danilo Tamburo. Katerina Ghannudi, arpa, voce; Danilo Tamburo, cornetto, sackbutt tenore; Giacomo Silvestri, bombarda; Giordano Ceccotti, ghironda, ribeca da braccio; Andrea Angeloni, sackbutt tenore; Lorenzo Lolli, percussioni, voce. Gioacchino Properzi, voce narrante.

Lìrum Lì Tronc – Foligno

7.6.2019, Foligno, Oratorio del Crocefisso. Giostra della Quintana, Segni Barocchi Festival. Quando penso allo tempo passato. Vilanbelle, moreschem canzoni e danze a Napoli , nel Cinquecento, con colascione, sordellina e buttafuoco. Lìrum Lì tronc: Goffredo Degli Esposti, sordellina, buttafuoco con sircariello; Mauro Squillante, colascione, colascione piccolo, cetra; Enea Sorini, canto, castagnette, tamburello.

L’Impressione – PRECEDENZA AL PIENO

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 17 del 12.5.2019

PRECEDENZA AL PIENO

im201917

Con l’apertura di fatto del nuovo svincolo e opere a contorno per la SS 3 a nord di San Giovanni Profiamma, si avvia alla chiusura il vicino passaggio a livello ferroviario. Stimato per certo, sulla rinnovata SS 3 a regime, il divieto di circolazione totale ai velocipedi, i ciclisti sarebbero così privati del tragitto tra Vescia e Pontecentesimo e relativi collegamenti. Se così fosse, dove si potrà passare? Le istituzioni interessate, il nostro Comune in primis, come solito non rispondono o eludono la domanda. Nella Città che la FIAB ha promosso per le piste ciclabili, spacciate come tali, per i ciclisti si paventa l’ennesima fregatura, tanto ci sono abituati. La cosiddetta pista ciclabile in Via Santocchia, in realtà ciclo-pedonale come tutte, mortifica i ciclisti imponendo loro l’obbligo di precedenza ai veicoli afferenti un’area di servizio, pur se tale tipologia, come sancito dalla Cassazione, sia assimilata ad area privata e quindi con obbligo di precedenza a carico di chi vi entra o vi esce. L’esatto contrario. Ma a Foligno, come noto, si applica il codice della strada creativo, i nostri scienziati hanno molta fantasia e non vogliono sprecarla. Resta la speranza che, col nuovo sindaco, a dover pedalare siano proprio loro.

L’Impressione – PLURI ANGELA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 16 del 5.5.2019

PLURI ANGELA

im201916

Da Google Maps si apprende che ad Assisi, Perugia e Firenze esistono delle vie intitolate ancora alla “Beata Angela da Foligno”, dove quindi non si è tenuto conto della canonizzazione di colei che, nella sua città, è diventata Sant’Angela ma anche Santa Angela, a seconda che venga applicata o meno l’elisione. L’intitolazione della piazzetta o “piazza” (così è scritto sulla targa) poco lontana dal “Santuario Santa Angela”, è stata aggiornata, per l’appunto, a “Santa Angela da Foligno”. La locale parrocchia è invece intitolata a “Sant’Angela da Foligno” dove però, a complicare le cose, c’è questa indicazione lungo Via Goffredo Mameli che, oltre ad indicare ancora la “Chiesa Beata Angela”, è parzialmente coperta da un palo che nasconde una vocale facendola apparire come “Beata Angla”. Per risolvere tutta la questione, ci vorrebbe un miracolo.

Raphael Wallfisch – Todi

2.5.2019, Todi, Chiesa della S.S. Annunziata. “Iubel Festival”. Raphael Wallfisch, violoncello.

Archivi

Categorie

Tags