web analytics

Franz Hauk, Christoph Well – Monterivoso

28.8.2019, Monterivoso. Monterivoso di Ferentillo, Chiesa di S. Antonio. Franz Hauk, organo; Christoph Well, tromba naturale, corno delle Alpi, flauto dritto, arpa.

Rosetta Ensemble – Arrone

24.8.2019, Arrone, Antico Convento di San Francesco. “Seconda pratica a tre”. Rosetta Ensemble. Sunniva Fagerlund, flauto; Anthony Marini, violino barocco; Markku Makinen, organo.

Trompettissimo Basilea – San Pietro in Valle

21.8.2019, Ferentillo, Abbazia di San Pietro in Valle. Hermans Festival. Trompettissimo Basilea. Lukas Gottshalk, Dominique Bodart, trombe naturali. Johannes Skuflick, organo.

L’Impressione – APRIRE I PONTI

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 29 del 4.8.2019

APRIRE I PONTI

im201929

Ne scrissi già nel 2014, all’avvento del Mismetti bis, torno sull’argomento all’avvento dello Zuccarini “zero”, pare che adesso si dica così. Se il tratto della ripa destra del Topino festaiola che l’Advocatus Diaboli ha magnificato nel numero scorso, nella sua continuazione a valle consente beatamente a pedalatori e camminatori di arrivare fino ai confini comunali ed oltre, in direzione opposta finisce invece poco distante sotto una delle due arcate del Ponte della Vittoria. Per proseguire verso monte, unico tra i ponti cittadini, lo si deve attraversare sopra, su Via IV Novembre. Solo i più avventurosi, confidando in un segnale escursionistico, dopo aver superato un impervio tratto di alcune decine di metri di vegetazione incolta, potrebbero osare di passarvi sotto, o carponi o addirittura strisciando, vista l’esigua altezza praticabile, trovando altra vegetazione incolta dal lato opposto. Considerato che il Topino passa solo sotto questa arcata, mentre l’altra, lato supermercato, è praticamente asciutta, basterebbe ricanalizzare per un breve tratto il corso del fiume per rimediare, ma la soluzione sarebbe troppo banale per amministratori indolenti e per una burocrazia insaziabile di complicazioni. Sta di fatto che, tra chi chiede di “aprire i porti” e chi di “costruire ponti”, non c’è nessuno che pensi ad aprire i ponti, sotto. Molto moralismo, poca fantasia.

L’Impressione – TIRARE CINGHIA

L’IMPRESSIONE – Gazzetta di Foligno n. 28 del 28.7.2019

TIRARE CINGHIA

im201928

Una delle questioni che il nuovo sindaco dovrebbe affrontare, anche nella logica della tutela del territorio e del turismo, sarebbe quello delle fontanelle pubbliche, decimate nel corso degli anni passati, assicurandone la presenza, il funzionamento e la segnalazione, di almeno una per frazione, oltre che nei luoghi di interesse escursionistico. Come già scritto nel numero 2 di quest’anno, a Valtopina è stata fatta fuori quella della piazzetta lungo la via principale; probabilmente non finirà qui, se i cittadini continueranno a fornire alibi per smantellare quelle residue. Come ad esempio in questa frazione, sempre di Valtopina, in cui la fontanella, con rubinetto a pulsante per limitare gli sprechi, viene tenuto aperto con una cinghia per poter attaccare un tubo ed annaffiare i fiori privati. Invece di smantellare le fontane, le autorità preposte dovrebbero vigilare e sanzionare severamente gli abusi. Altrimenti, per uno che “tira cinghia”, sono condannati a tirare cinghia tutti gli altri che non hanno colpe, restando a bocca asciutta.

Archivi

Ottobre: 2019
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie

Tags